#13 rashomon

Ed eccomi al mio primo incontro con Akira Kurosawa: il suo Rashomon, del 1950, ha vinto il Leone d’Oro al Festival di Venezia nel ’51 e l’Oscar come miglior film straniero nel ’52.
Immagine
Un monaco, un boscaiolo e un anonimo passante trovano riparo dalla pioggia incessante sotto la porta in rovina delle mura difensive di Kyoto. I primi due, pensosi e turbati, raccontano al terzo uomo di un fatto accaduto pochi giorni prima. Il cadavede di un samurai è stato ritrovato nella foresta. Sia il monaco sia il boscaiolo, avendo in precedenza incontrato il samurai con la moglie, vanno a testimoniare al processo. Ma le testimonianze principali sono quelle del famoso bandito Tajōmaru, della moglie della vittima e dello stesso samurai ucciso, che parla attraverso una medium: i tre protagonisti della vicenda raccontano dettagliatamenti i fatti, e ognuno presenta una versione completamente diversa. In particolare, ognuno si incolpa dell’uccisione. È una riflessione sulla verità, sull’egocentrismo, ed evidentemente sull’incompetenza della polizia scientifica giapponese.
Immagine
Il film è ispirato al racconto Nel bosco (Yabu no naka, del 1922), con l’aggiunta di elementi dal racconto Rashōmon (1915), entrambi di ‪Ryūnosuke Akutagawa‬, scrittore e poeta giapponese dalla biografia tormentata (storie d’amore finite male, problemi mentali della madre, il timore di impazzire, fino al suicidio a 35 anni per overdose da barbiturici).
Immagine
Pare che la canzone Le tre verità di Lucio Battisti e Mogol sia stata ispirata proprio dal film Rashomon: Battisti canta in diversi registri vocali le tre parti del testo, che corrispondono ai racconti dei tre personaggi del classico triangolo amoroso (lei, lui, l’altro). Mi sembra una canzone piuttosto brutta, giustamente poco conosciuta, e in effetti non so neanche perché ne sto parlando.
Immagine
Dal film deriva anche l’espressione “effetto Rashomon” (che da oggi userò continuamente e a sproposito) in riferimento alle intrepretazioni contradditorie di uno stesso evento da parte di diverse persone. La relativa pagina di Wikipedia si è premurata di elencare film e episodi di serie tv contenenti allusioni più o meno esplicite all’effetto Rashomon: mi permetto di evidenziare che la lista include CSI, Happy Days, Magnum P.I., i Simpson, South Park, SpongeBob e Star Trek.

Annunci

Commenta!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...