#23 holland–dozier–holland

Ho scritto qui che di alcune cose potrei parlare per ore, ad esempio Ferdinand de Saussure e Stephin Merritt. In un’occasione i miei argomenti preferiti sono arrivati a convergere: The death of Ferdinand de Saussure, canzone scritta da Stephin Merritt. Racconta di un immaginario incontro tra de Saussure e un narratore (che mi sento autorizzata a identificare con l’autore, dal momento che si autodefinisce “a great composer”). Il primo, “scienziato” del linguaggio, afferma sostanzialmente che “love” è solo una parola, ma dell’amore non sappiamo niente e non possiamo neanche essere sicuri che esista davvero. Il secondo, autore consumato di canzoni pop in cui la parola “love” ricorre assiduamente e in genere senza stare a filosofeggiare troppo, reagisce male:

I’m just a great composer
and not a violent man
but I lost my composure
and I shot Ferdinand
crying “It’s well and kosher
to say you don’t understand
but this is for Holland-Dozier
-Holland!”

Ora, Holland–Dozier–Holland a me faceva pensare a un’organizzazione terroristica, tipo banda Baader-Meinhof, e invece si tratta di un trio di compositori di canzoni pop di grande successo negli anni ’60, formato da Lamont Dozier e dai fratelli Holland, Brian e Edward. Hanno lavorato per la Motown Records e scritto canzoni soprattutto per Marvin Gaye, the Supremes, the Four Tops, Martha and the Vandellas. Nei titoli dei loro più grandi successi la parola “love” abbonda: “(Love Is Like a) Heat Wave”, “How Sweet It Is (To Be Loved by You)”, “Baby Love“, “Stop! In the Name of Love”, eccetera eccetera.
Holland–Dozier–Holland
Le loro canzoni sono state cantate da un sacco di gente, ad esempio “‪Leavin’ Here‬” dai ‪Pearl Jam o‬ “Baby Don’t You Do It”, originariamente cantata da Marvin Gaye e resa a me nota dagli Who. Non è chiaro dal titolo ma entrambi i brani (non temete!) parlano d’amore.

Nel 1989 Holland–Dozier–Holland hanno minacciato di fare causa agli Aerosmith perché parti della canzone “The Other Side” assomigliavano un po’ troppo a “Standing in the Shadows of Love“, così per evitare problemi gli Aerosmith hanno finito per aggiungere Holland–Dozier–Holland tra gli autori della canzone nelle note di copertina dell’album.

Immagine

Infine, qualche utile informazione per quelli che cercano di suonare una chitarra (o un ukulele) pur essendo privi di ogni talento musicale. The death of Ferdinand de Saussure ha solo tre accordi, ripetuti nello stesso modo per tutta la durata della canzone: La Sol Re (A G D). Infatti è una “loop song”: tutti i musicisti suonano esattamente la stessa cosa, ripetuta identica dall’inizio alla fine. A Stephin Merritt questa struttura deve piacere molto perché in The House of Tomorrow, EP dei Magnetic Fields del 1992, tutte e cinque le canzoni sono loop songs.
Un piccolo sfogo personale: gli strumming pattern sembrano un segreto gelosamente custodito dalla setta dei chitarristi, che, se glielo chiedi, concedono solo la tipica risposta evasiva: non esiste un unico strumming pattern giusto per una canzone, e comunque dovresti trovarlo ascoltando la musica. E, secondo te, se lo sapessi starei qui a perdere tempo a parlare con uno stronzo? Fine dello sfogo personale. Ecco quindi che mi accingo a rivelare uno strumming pattern adatto alla canzone in questione, espresso nel modo più for dummies che esista: La giù – giù su – su giù, Sol giù su giù su, Re giù – giù. Avendo la mania di contare le cose, aggiungo che questo pezzo è ripetuto quattro volte nell’intro, otto volte nella strofa e altre otto volte nel ritornello. Mi sento la Robin Hood dell’informazione chitarristica.

Annunci

Un pensiero su “#23 holland–dozier–holland

commenta!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...