#71 orange is the new black

Orange Is the New Black è una serie televisiva statunitense, arrivata attualmente a due stagioni, basata sul libro autobiografico Orange Is the New Black: My Year in a Women’s Prison di Piper Kerman.

orange-is-the-new-black-cast

L’autrice Piper Kerman, come la sua omologa nella serie Piper Chapman (interpretata da Taylor Schilling), è una tipica WASP (White Anglo-Saxon Protestant), bionda, di famiglia benestante, istruita, elegante, che in prigione si ritrova ad affrontare un contesto di vita decisamente diverso da quello che conosce.

Orange_Is_the_New_Black_book_cover

Nel 1993 Piper Kerman fu coinvolta in un traffico internazionale di droga da Catherine Cleary Wolters, all’epoca sua compagna. Anni dopo fu accusata di riciclaggio di denaro e condannata a scontare 15 mesi in un carcere di minima sicurezza in Connecticut. Dalle sue esperienze ha tratto il libro, pubblicato nel 2010.

Catherine Cleary Wolters
Catherine Cleary Wolters

La narcotrafficante ed ex-compagna di Piper (cioè Catherine Cleary Wolters nella realtà), nella serie si chiama Alex Vause (interpretata da Laura Prepon).

Alex Vause
Alex Vause

Piper Kerman si definisce bisessuale ed è attualmente sposata con Larry Smith, scrittore e giornalista. Nel 2004 Piper e Larry, nella realtà come anche nella serie, erano fidanzati mentre lei scontava la sua pena in carcere. Lui andava a trovarla regolarmente, e su queste esperienze scrisse diversi articoli per il New York Times.

Piper Kerman e Larry Smith
Piper Kerman e Larry Smith (nella realtà)
Piper Chapman e Larry Bloom
Piper Chapman e Larry Bloom (nella serie tv)

In Orange Is the New Black, il fidanzato di Piper si chiama Larry Bloom ed è interpretato da Jason Biggs, attore noto per i film di American Pie.
Curiosità: Jason Biggs interpreta spesso un personaggio ebreo (come in American Pie e in Orange is the New Black) ma in realtà non è ebreo. È cresciuto in una famiglia cattolica, per metà di origine italiana.
Curiosità numero due: la tipa con i capelli rossi, dietro Jason Biggs nella locandina di American Pie, è Natasha Lyonne, Jessica nel film, e anche tra i personaggi principali di Orange is the New Black (Nicole “Nicky” Nichols).

American Pie

Nicky

Ma torniamo un attimo a Larry Smith: è conosciuto in particolare per la serie di libri “Six-Word Memoirs”, ovvero minuscole biografie, descritte come “American haiku”, diventate quasi un sottogenere letterario. L’ispirazione viene da quello che è considerato il più breve romanzo di (o meglio, attribuito a) Ernest Hemingway: “For sale: baby shoes, never worn”.
Il progetto Six-Word Memoirs ha un sito e ovviamente un account Twitter, con relativo hashtag #sixwords, tramite i quali si possono condividere i propri Six-Word Memoirs. Alcuni esempi:

Not Quite What I Was Planning.
Facebook has ruined my entire life.
Waiting to know where I’m going.
Hearts, like infants, scream when unfed.
Does running late count as exercise?
Please stop telling me to stop.

La canzone della sigla di Orange Is the New Black è “You’ve Got Time”, scritta e cantata da Regina Spektor appositamente per la serie.

Regina Spektor
Regina Spektor

Orange” è il colore delle uniformi che le detenute devono indossare appena arrivata nel carcere. Il titolo della serie gioca sull’espressione “… is the new black”, usata tipicamente nel mondo della moda in riferimento a un nuovo trend: siccome il colore nero è sempre di moda, affermare che un altro colore o una cosa qualunque è “il nuovo nero” equivale a dire che è la moda del momento.

“… is the new black” si può considerare un phrasal template, ovvero una frase contenente uno o più spazi vuoti da riempire con parole variabili. Un phrasal template, un proverbio o un’espressione comune e molto nota che venga modificata, sostituendo alcune parole, viene definita con il neologismo “snowclone”. Si tratta di un gioco di parole basato sulla variazione della frase originale, che deve comunque rimanere ben riconoscibile.
Ad esempio, avete presente l’espressione “What happens in Vegas stays in Vegas”? Si può renderla un phrasal template (“What happens in X stays in X”) e trasformarla in snowclone (“What happens in Comacchio stays in Comacchio”, ad esempio. E non chiedetemi cos’è successo a Comacchio).
Un altro snowclone basato su “X is the new Y” è “Quiet Is the New Loud”, il titolo del primo album del duo norvegese Kings of Convenience (in cui c’è questa canzone carinissima!!).

quiet-is-the-new-loud

Alcuni simpatici personaggi di Orange Is the New Black:

● Fin dal primo episodio Piper, appena arrivata nel carcere, si scontra con Galina Reznikov, da tutti chiamata Red. È una donna russa e cattiva (vagamente simile a Siouxsie Sioux) che gestisce la cucina della prigione.

Red

L’attrice è Kate Mulgrew, nota principalmente per l’interpretazione del Capitano Kathryn Janeway nella serie televisiva Star Trek – Voyager.

Kathryn Janeway

Kate Mulgrew è statunitense, nata in una famiglia cattolica irlandese: il suo accento russo è quindi finto, ma molto verosimile.

● Tiffany “Pennsatucky” Doggett è un’ex-drogata, psicopatica e fanatica religiosa.

Pennsatucky 1 Pennsatucky 2

L’attrice, Taryn Manning, è anche la cantante del duo Boomkat (fanno musica pop/elettronica). Come si può vedere nelle foto e nei video, la povera Taryn Manning è in realtà piuttosto carina, ma nel ruolo di Pennsatucky è profondamente imbruttita dall’abbigliamento da carcerata e soprattutto dalla “meth mouth”, ovvero la tragica condizione dentale tipica degli assidui consumatori di metanfetamine: erosione dello smalto, carie, perdita di denti, danni alle gengive, eccetera (cercando “meth mouth” su Google saltano fuori immagini horror, spesso usate nelle campagne pubblicitarie antidroga proprio perché sono molto impressionanti).

Pennsatucky 3

Il soprannome “Pennsatucky” potrebbe essere una sorta di storpiatura di “Pennsyltucky”, un portmanteau di Pennsylvania e Kentucky. È un termine slang usato, solitamente come dispregiativo, per riferirsi alla zona rurale, nello stato di Pennsylvania, fuori dalle aree metropolitane di Pittsburgh e Philadelphia.

Pennsylvania_map

Dayanara “Daya” Diaz è la carcerata ispanica che fa innamorare tutti i secondini. Questo è il primo ruolo importante per l’attrice Dascha Polanco, che magari non sembra molto carina nella divisa da prigioniera, ma in un articolo viene definita “a bombshell in real life”.

Daya

E così ho imparato che “bombshell” è un termine un po’ all’antica per dire “sex symbol”, usato originariamente in riferimento a famose dive hollywoodiane (come Marilyn Monroe, Rita Hayworth, Ava Gardner, Brigitte Bardot, Sophia Loren, Ursula Andress, ecc.) e che attualmente significa “an extremely sexually attractive woman”.

Dascha Polanco

● E poi c’è Suzanne “Crazy Eyes” Warren, in italiano “Occhi Pazzi”. Vorrei solo dire che l’attrice Uzo Aduba nella realtà sembra una persona normale.

Crazy Eyes - Uzo Aduba

Sophia Burset è in carcere per furto di carte di credito. Nei flashback la vediamo quando, alcuni anni prima, lavorava come pompiere e si chiamava Marcus. Infatti Sophia nella serie, come l’attrice Laverne Cox nella realtà, è una donna transgender. Laverne Cox ha un fratello gemello che ha interpretato Marcus, cioè Sophia prima della transizione.

Sophia Burset - Laverne Cox

● Carrie Black, meglio conosciuta come “Big Boo”, è un personaggio super divertente. L’attrice è Lea DeLaria, anche comica e musicista jazz, di origini italiane, apertamente lesbica (si faceva chiamare “That Fucking Dyke”).

Big Boo - Lea DeLaria boo feeling single

● E poi ci sono i COs (correctional officers), ovvero le guardie carcerarie. Uno di loro è George Mendez, soprannominato “Pornstache” (in italiano “Pornobaffo”!) e interpretato da Pablo Schreiber.

Pornstache

Pablo Schreiber è nato in una comune hippie. Suo padre, Tell Schreiber, era attore e appassionato di letteratura, e scelse il nome Pablo in omaggio al poeta cileno Pablo Neruda.

Il cognome Schreiber non vi dice niente? Pablo ha un fratellastro, Liev: ha fatto, tra le altre cose, la trilogia di Scream di Wes Craven, Victor Creed/Sabretooth in X-Men le origini – Wolverine, alcuni episodi di CSI, ed è il protagonista della serie Ray Donovan. Ha anche curato la sceneggiatura e la regia di Ogni cosa è illuminata, il film del 2005 tratto dall’omonimo libro di Jonathan Safran Foer.

Pablo and Liev Schreiber

Gossip: Liev Schreiber sta insieme a Naomi Watts e hanno due figli, Alexander Pete e Samuel Kai.

Liev Schreiber and Naomi Watts

Infine, grazie a Orange Is the New Black ho scoperto questa canzone che è molto carina!

Annunci

11 pensieri riguardo “#71 orange is the new black

  1. Ma che bell’articolo!
    In effetti OITNB è una delle serie che ho sentito nominare più spesso ora che il binge watching è praticamente una religione 😀 Potrei darci un’occhiata, in effetti, magari mi piace (e ne divento assuefatto, tipo con House of Cards fino a settimana scorsa). Tra l’altro, pure questa serie un’esclusiva Netflix (che ovviamente arriva ovunque tranne che in Italia.

    Mi piace

    1. Grazie! 🙂 House of Cards non l’ho visto, ma è sulla mia lunga lista delle serie che sembrano interessanti. E non parlarmi di binge watching e di assuefazione, che se penso a tutto il tempo che ho dedicato alle serie tv… forse era meglio se mi davo a qualcosa di più sano, che ne so, all’alcolismo, per esempio 😉

      Mi piace

  2. Ma quante curiosità che mi hai fatto scoprire, grazie!
    Oltre alla sigla la mia canzone preferita è questa:
    The Dutchess & The Duke – Living This Life Makes It Hard.

    Mi piace

Commenta!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...