#96 acqua e limone

disclaimer
Il disclaimer medico di Wikipedia si applica benissimo anche a questo post.

Se cercate “acqua e limone” su Google verrete sommersi dagli innumerevoli benefici che la suddetta bevanda miracolosa può apportare alla vostra salute.

lemon water 2

La ricetta è grossomodo questa: si spreme circa mezzo limone, lo si mescola a un bicchiere di acqua calda (ma non bollente) oppure tiepida oppure a temperatura ambiente (insomma, non fredda), e si beve ogni mattina appena svegli, a digiuno, e si aspetta almeno mezz’ora prima di fare colazione. Alcuni aggiungono miele, zenzero, curcuma o altri ingredienti speciali che fanno benissimo. Va bevuto a stomaco vuoto per un assorbimento ottimale, e la temperatura ambiente/tiepida/calda è preferibile perché più vicina alla temperatura corporea, così l’ingestione risulta meno “traumatica” per l’organismo rispetto all’acqua ghiacciata. Per ottenere i meravigliosi effetti che mi accingo a descrivere, va bevuto ogni mattina per almeno due settimane, ma idealmente per sempre.

lemon water 3
Se avete dubbi su come si fa a spremere un limone, su YouTube si trovano parecchi tutorial (come questo o questo).

Alcune immagini trovate su internet:

water with lemon and mint in blue glass on the table top view
Quattro
5
Cinque
6
Sei
7
Sette
9
Nove
10
Dieci
11
Undici, e sono *amazing*
12
Dodici
13
Ancora *amazing*, ma adesso sono tredici!
14
Quattordici
15
Quindici
16
Sedici
20
Venti, e sono *unbelievable*!
29
Ventinove! Signore e signori, abbiamo un vincitore!

Che tra l’altro mi hanno ricordato un po’ questi titoli di giornale:

giornali 1
Due alani, anzi tre
giornali 2
Cinque, sei, sette!
giornali 3
Duecentomila! Anzi trecentomila! No, quattrocentomila!

I benefici dell’acqua e limone

Quelli riportati da numerosi siti, sono più o meno i seguenti:

  • Il succo di limone fornisce grandi quantità di vitamina C, acido citrico, potassio, calcio, e magnesio (che fanno benissimo)
  • Stomaco: migliora la digestione
  • Intestino: aiuta la regolarità intestinale
  • Fegato: aumenta la funzionalità del fegato e lo aiuta a liberarsi delle tossine cattive, aiuta quindi a “disintossicarsi” (detto in inglese, detox, suona un po’ più da salutisti e meno da drogati)
  • Tratto urinario: aumenta la funzionalità renale, funge da diuretico (e con tanta pipì si eliminano più tossine!) e previene le infezioni del tratto urinario
  • Sistema immunitario: rafforza le difese immunitarie, aiuta a guarire da un sacco di malattie, combatte le infiammazioni per le sue proprietà antinfiammatorie (e per questo riduce il dolore a muscoli e giunture), ha un forte potere antiossidante e protegge dai radicali liberi
  • pH del sangue: aiuta a bilanciale il pH del sangue perché ha funzione alcalinizzante (il succo di limone è acido ma, una volta metabolizzato, per qualche ragione, non produce acidità bensì, al contrario, alcalinizza il sangue grazie al suo contenuto minerale. In condizioni normali e sane, il pH del sangue è leggermente alcalino: se diventa più acido oppure troppo alcalino, fa male – ma non so bene perché)
  • Pelle: contrasta l’acne e mantiene la pelle giovane
  • Alito: combatte l’alito cattivo grazie alle sue proprietà antisettiche
  • Peso: aiuta a perdere peso perché riduce la sensazione di fame grazie alla pectina
  • Inoltre: dà energia, migliora l’umore, riduce ansia e depressione, e probabilmente mi sto dimenticando qualche altro effetto benefico
  • Si dice anche che prevenga il cancro e che aumenti il quoziente intellettivo, ma io personalmente non ci metterei la mano sul fuoco

Effetti collaterali (pochi e trascurabili)

  • Per chi soffre di acidità di stomaco e/o gastrite, il succo di limone a stomaco vuoto potrebbe non fare benissimo
  • L’acidità del limone tende a corrodere lo smalto dei denti (per questo si consiglia di diluire il succo in abbondante acqua, di sciacquarsi poi la bocca con acqua, e/o di bere con una cannuccia per ridurre il contatto con i denti)
Praticamente l’acqua e limone vi rende immortali:

keanu reeves

Patrick-Stewart-immortal

Lo scetticismo

Tra i sostenitori / simpatizzanti / “ma sì diamogli una possibilità”, troviamo la sottoscritta, la TandiUn po’ di mondoammennicolidipensiero, l’Intollerante Bratinez, e Clipax.
Il fronte dello scetticismo, invece, capitanato dal mio moroso e da gaberricci, ci esorta a dubitare di cotanta miracolosità. L’abitudine dell’acqua e limone non è verosimilmente nociva e ha un effetto sulla salute senza dubbio migliore di un sacco di cose che fanno male alla salute, non dobbiamo però idealizzarla e considerarla una magia, una panacea, un rimedio universale a tutti i nostri problemi. L’enfasi sulla vitamina C, ad esempio, è assurda per almeno un paio di motivi: 1) la vitamina C si trova in buone quantità praticamente ovunque (oltre agli agrumi, kiwi, fragole, peperoni, broccoli, cavoli,…) e 2) la vitamina C è necessaria per l’organismo ma il fatto che alte dosi di vitamina C contribuiscano a prevenire o a ridurre i sintomi di raffreddore e influenza è quantomeno controverso (tradotto: probabilmente non serve a una mazza).
A queste persone ragionevoli, misurate e coscienziose, magari pure laureate in medicina, che espongono il loro scetticismo con convincenti argomentazioni, io vorrei rispondere: mi sa che avete ragione.
Però:

i want to believe

Credo nell’effetto placebo. Credo che se un bicchiere di acqua e limone serve a farmi alzare la mattina di buonumore con l’idea che sto facendo qualcosa di buono, be’ allora ne vale la pena. Credo nei circoli virtuosi e nelle profezie autoavveranti, tipo quella che ho illustrato nell’infografica qui sotto:

lemon slice

Tutto questo, però, fino a un certo punto. Credo che nella popolazione dei medici sia presente una certa percentuale di idioti, ma credo nella medicina e credo che chi l’ha studiata per anni e chi la pratica per lavoro sia più competente e debba essere ascoltato più di chi scrive articoli sensazionalisti, fa videotutorial su YouTube, o va in giro a dire che per guarire dal cancro bisogna solo liberarsi dalla paura e ristabilire l’equilibro tra corpo e anima. Credo che ci siano cose contro le quali il succo di limone, la buona volontà, le verdure biologiche, l’amore, la fede religiosa, la meditazione, e simili, possono fare ben poco, e che non possano sostituire farmaci e terapie prescritti da un medico. Se però cose come il limone o la meditazione vi fanno stare anche solo un pochino bene, ed è abbastanza sicuro che non vi facciano male, allora fatele, e con convinzione, con entusiasmo, con allegria.

lemon water 1
Infine, per concludere il discorso sull’acqua e limone:

I fatti (incontrovertibili)

  • L’acqua con il limone ha meno calorie della Coca Cola
  • L’acqua con il limone contiene più vitamine dell’acqua senza il limone
  • Bere l’acqua con il limone idrata di più che non bere acqua (con o senza limone)

Se avete qualcosa da aggiungere, precisare o correggere, non esitate a commentare!

Annunci

32 pensieri riguardo “#96 acqua e limone

  1. allora, mi dai l’occasione di fare outing. un qualche lustro fa, in concomitanza di una gastrite di ndd, ho deciso di seguire la “cura del limone” (della serie: proviamole tutte). ebbene sì, l’ho fatto anch’io. la cura del limone non è un limone al giorno e basta, no, è un numero progressivo giornaliero di limoni da mezzo a dodici (12) e ritorno, non diluiti, con mantenimento. in altre parole, una sequenza 1/2 – 1 – 2 – 3 – … 11 – 12 – 11 – 10 – … – 1 – 1/2 – 1/2 – 1/2 – etc. esattametne come i motivi da 3 a 29 😀 (meravigliosa).
    ora, io aggiungerei una sola voce al perché uno dovrebbe fare una simile cosa, a parte l’effetto placebo (che ti sottoscrivo in pieno): dà dipendenza. il limone è droga pura. giuro. dopo aver finito la “cura” sono andato in astinenza per diversi giorni prima di farmene una ragione. l’unico motivo a sostegno di ciò è una ragione individuale, semplicemente perché la spremuta di limoni è buona, così come quella d’arancia e zenzero da cui ugualmente dipendo. mi tocca riconoscere che è un problema (innnanzitutto economico, se abiti a milano e se in crisi di astinenza da centrifugato di arancia sedano e zenzero incontri un posto che te la fa a 5€, per dire, e tu sei dilaniato tra riflessi pavloviani ed estratto conto).

    Liked by 1 persona

    1. Grazie per la confessione, ammennicoli! La cura del limone non la conoscevo e questa progressione di limoni mi affascina. Comunque una cosa che ho letto ma non ho riportato nel post, simile a quella che scrivi, è che bere succo di limone ogni giorno aiuta a “resettare” le papille gustative, nel senso che se siamo abituati ai sapori dolci e alle bevande zuccherate, l’aspro del limone ci può dare fastidio all’inizio ma poi si impara ad amarlo. E questo penso sia abbastanza vero. Ok, non ci salverà la vita, però ci può portare a evitare qualche bibita o qualche merendina in più 🙂

      Mi piace

  2. Forse ci farò un post, forse no, però è una questione che non si può esaurire con un commento. Esiste una “medicina popolare” fatta di buon senso che è frutto di millenni di conoscenza ma che i medici ufficiali nella migliore delle ipotesi ignorano e nella maggioranza dei casi denigrano. Per capirsi faccio un esempio: quando abbiamo l’influenza o dei doloretti prendiamo l’aspirina, ovvero l’acido acetilsalicilico che è stato scoperto a metà Ottocento da Charles Frédéric Gerhardt e commercializzato dalla Bayer. Eppure la cura con l’acido acetilsalicilico è vecchia di millenni tanto che con le foglie e la corteccia del salice si curavano gli egizi, gli assiri, i sumeri e i nativi americani. Perfino Ippocrate nel V secolo a.C. segnalava l’uso della polvere di corteccia di salice per abbassare la febbre. Insomma la gente si curava con l’acido acetilsalicilico millenni prima che questo fosse scoperto (e soprattutto commercializzato…$$$). Se guardiamo al premio Nobel per la medicina 2015 scopriamo che Youyou Tu ha trovato nuovi e più efficaci medicinali antimalaria ispirandosi alla medicina tradizionale cinese che usava da millenni la pianta “Artemisia annua” come cura antimalarica.
    La ricerca scientifica è in continuo movimento per cui non è detto che in futuro qualcuno scopra che l’acqua calda col limone ha davvero delle proprietà sovrumane… Nel frattempo io non ci riderei tanto sopra… Se trenta anni fa qualcuno avesse detto ad un medico che l’intestino ha 100.000.000 di neuroni ed è una sorta di secondo cervello sarebbe stato preso in giro e invece la scienza negli ultimi anni sta lavorando su queste cose. E ve lo ricordate quando trent’anni fa prima della scoperta dell’Helicobacter pylori, a tutte le persone con l’ulcera allo stomaco i medici dicevano che la colpa era dello dello stress? E la stessa cosa vale per pet terapie, clownterapie, agopuntura e altre amenità. Se venti anni fa avessero detto a un primario che all’Ospedale di Careggi i cani per la pet terapia sarebbero entrati addirittura in rianimazione si sarebbe buttato via dal ridere… eppure http://firenze.repubblica.it/cronaca/2016/05/06/foto/firenze_cani_in_rianimazione_pet_therapy_all_ospedale_di_careggi-139215891/#1
    Insomma inviterei gli scienziati a nutrire qualche dubbio in più, a non denigrare e a ricordarsi che molte scoperte scientifiche sono avvenute per sbaglio… come ad esempio la penicillina….

    Liked by 1 persona

    1. Grazie per il commento! Personalmente non ho le competenze per dare giudizi attendibili in materia, comunque se il tono del mio post è spesso ironico non è per deridere il limone, la medicina popolare, o chi ci crede. Dal mio punto di vista (che sono abbastanza una credulona e se leggo su internet che il limone è miracoloso, tendo a crederci), la priorità era instillare dubbi nei confronti dei vari articoli o video che semplificano e mitizzano questioni in realtà molto complesse. Invitare medici e scienziati ad avere più dubbi, umiltà, e consapevolezza che non possiamo sapere tutto e avere tutte le certezze (esiste una sola parola per dire tutto questo?), dicevo, invitare gli scienziati a nutrire più dubbi mi sembra altrettanto giusto e importante.

      Mi piace

      1. Scusa forse io mi sono espresso male ma avevo capito benissimo che i tuoi toni erano ironici! Quando dico denigrare o deridere non mi riferisco a te o a qualche blogger ma alla classe medica in generale e in particolare a quei medici (come il mio medico di famiglia) che dall’alto del loro scranno non ascoltano mai i propri pazienti e riducono il loro ruolo a macchinette spararicette al soldo delle multinazionali del farmaco… Il mio medico di famiglia ad esempio non mi perdona che da quasi due anni mi sono impuntato e (almeno fino a oggi) ho abbassato l’ipertensione senza farmaci…

        Liked by 1 persona

  3. Sono basito 😐
    Per almeno tre motivi:
    1. chiaramente le qualità del limone seguono la sequenza di Fibonacci e nessuno se n’è ancora accorto.
    2. tra i fatti inappuntabili c’è che acqua e limone è più bagnata di una pizza (non so come hai fatto a non accorgertene)
    3. bisogna prestare attenzione a berlo il limone e non a usarlo come copricapo o si finisce così http://vignette3.wikia.nocookie.net/monkeyisland/images/d/d9/Cannibals.png/revision/latest?cb=20100811183152 (citazione solo per veri nerd)

    Parlando “seriamente” della cosa: la cosiddetta medicina popolare ha delle fondamenta di verità. Ovviamente, un tempo si provavano soluzioni varie per risolvere i malanni e a furia di provare, prima o poi una la azzeccavano.
    Adesso, però, abbiamo la ricerca e la chimica e la biologia e gli studi. Perché affidarsi ancora alla medicina popolare (di cui per altro è difficile distinguere il confine tra verità e mito)?
    E’ come dire “una volta si usavano le cartine e la bussola per orientarsi”; vero. Ma oggi abbiamo google maps… perché non usarlo?

    Liked by 1 persona

  4. Dì la verità: ora ti aspetti che ti spieghi perché e per come acidosi ed alcalosi (che sarebbe, diminuzione ed aumento del pH nel sangue) fanno male, vero? 🙂

    Comunque, il tuo punto di vista mi va benissimo: se ti fa stare bene, nessuno può impedirti di farlo. Tra l’altro, dicevo ad un po’ di mondo, non sono di quelli che si diverte ad umiliare le persone per sfogare gli scazzi (tanti) che ti danno sei anni di medicina ed il lavoro in ospedale. Chiedo solo due cose:
    1. se ti ammali sul serio (sul serio), per favore non ti curare con acqua e limone. Se ti viene una polmonite, la vitamina C (posto che abbia davvero una funzione preventiva, cosa dimostrata solo per lo scorbuto, che trasforma i pirati dagli affascinanti Johnny Depp che tutti conosciamo a dei cadaveri semoventi senza denti di cui invece nessuno si ricorda mai): piuttosto, fidati della levofloxacina, che non fa più male che calarsi del limone a stomaco vuoto (ciao, gastrite!);
    2. NON mi chiedere fondi pubblici per permetterti di curarti con acqua e limone. Non quando non ci sono soldi per le chemioterapie e la gente muore perché non si può permettere di pagare una TC nel privato (o di aspettare sei mesi che il radiologo che lavora in ospedale ed in clinica abbia un po’ di tempo per lui senza fargli vendere uno degli organi che in teoria la scienza medica dovrebbe aiutarlo a preservare).

    I miei cinque centesimi (altri diciassette come me, e potrai comprartici un caffè al limone! Che fa schifo, ma almeno per qualcosa funziona: fa passare le sbronze 😉 ).

    Liked by 1 persona

    1. Grazie del commento! Sono contenta che approvi il mio punto di vista 🙂 Il punto (del punto di vista), il punto è che i non-medici è meglio che non si mettano a fare il lavoro dei medici. Se poi prendo la polmonite, magari oltre alla levofloxacina mi faccio anche di succo di limone, così *penso* di guarire più in fretta e sono contenta. Però la levofloxacina non si evita. (Presumo. Non ho idea di cosa sia la levofloxacina. Ma va bene così! Non è il mio lavoro saperlo!) 🙂 🙂

      Mi piace

  5. Appoggio in pieno i 3 punti finali e li faccio miei (li userò per convincermi che la nostra CHALLENGE abbia avuto senso). Considerazioni aggiuntive sui benefici:

    – Per bere acqua e limone devi svegliarti almeno 20 min prima del solito = avrai giornate più lunghe e (si spera) produttive

    – Dopo aver bevuto acqua e limone ti senti meno in colpa a mangiare come una bestia durante il giorno.

    Liked by 1 persona

    1. Sono d’accordissimo con le considerazioni aggiuntive, specialmente la seconda. Come quando andavo a correre e facevo una torta un giorno sì e uno no e la mangiavo senza rimorsi perché, sai, con i miei dieci minuti di corsa lenta avevo bruciato sicuramente troppe, troppe calorie… 🙂

      Mi piace

Commenta!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...