citazioni accidentali #15: invito a una decapitazione

Il mio sempre amatissimo Vladimir Nabokov, noto pressoché esclusivamente per Lolita, ha prodotto in realtà una discreta valanga di romanzi misconosciuti e bellissimi, che sto scoprendo piano piano. Questo Invito a una decapitazione (Invitation to a Beheading), letto nelle vacanze d’agosto, mi ha ricordato da vicino Un mondo sinistro (Bend Sinister): entrambi mirabolanti, surreali, con […]

Continua a leggere "citazioni accidentali #15: invito a una decapitazione"

citazioni accidentali: #11 memoria delle mie puttane tristi

Di piogge, libri, amore e immaginazione: la voce narrante è quella del protagonista, novantenne, di Memoria delle mie puttane tristi (Memoria de mis putas tristes), romanzo di Gabriel García Márquez del 2004. Quando l’acquazzone fu passato avevo sempre l’impressione di non essere solo in casa. La mia unica spiegazione è che così come i fatti […]

Continua a leggere "citazioni accidentali: #11 memoria delle mie puttane tristi"

citazioni accidentali #10 il centenario che saltò dalla finestra e scomparve

Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve è il primo romanzo dello svedese Jonas Jonasson. L’ho letto perché mi piace tantissimo la copertina e perché nutro un’irrazionale simpatia per gli svedesi. Racconta la fuga del centenario Allan Karlsson dalla casa di riposo. Le successive avventure strampalate, che coinvolgono lui e suoi bizzarri incontri, si […]

Continua a leggere "citazioni accidentali #10 il centenario che saltò dalla finestra e scomparve"